Paolo Fabbri semiotica online
Home page
Curriculum
Corsi
Attività
Saggi
Articoli
Testi e Collezioni
Interviste e Stampa
Traduzioni e Commenti
Contatti
Mappa del Sito
Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS Level 2
Gianfranco Baruchello
Flussi, pieghe, pensieri in bocca

Fondazione Musica per Roma
Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali

Festival di filosofia
Auditorium della Musica di Roma
Foyer Sala Sinopoli
Roma

9 Maggio - 29 Giugno 2007

Mostra a cura di Paolo Fabbri

Protagonista della ricerca artistica della seconda metà del XX secolo, dal 1959 Baruchello ha considerato l'arte come sperimentazione radicale. Attraverso l'uso di media e tecniche diverse, ha praticato la pittura, l'oggetto/assemblage, la scrittura, la poesia, l'azione. Il 9 maggio, nell'ambito del Festival della Filosofia, si inaugura presso il Foyer dell'Auditorium Parco della Musica la mostra dal titolo Pieghe, flussi, pensieri in bocca, a cura di Paolo Fabbri.
Grandi opere realizzate dagli anni Sessanta ad oggi. Un grande quadro (circa 15 metri), opere su alluminio, un assemblaggio dal titolo La grande biblioteca, alcuni oggetti realizzati con giornali piegati e incollati su tavole di legno, sono affiancati da una serie di film e video degli anni Sessanta e recenti. Il titolo rimanda ad una concezione dello spazio, del pensiero attraverso il fare immagini, dell'arte che per Baruchello è ricerca di punti di crisi, articolazione di un processo che si genera attraverso lo spostamento, il situarsi sui bordi delle cose, ai confini del comprensibile.
Tra derive e continui ritorni al senso, le immagini, gli oggetti, lo spazio di un quadro di Baruchello è disseminazione dell'identità, ipotesi sui suoi decentramenti, movimento di punti, angoli e pieghe tra i quali cercare una tensione, una forza che resti traccia piuttosto che forma definita. Nei film e nei video la riflessione è su concetti, su ipotesi continuamente da verificare. L'aspetto di critica e denuncia più esplicito nei film degli anni Sessanta, diviene meno evidente tuttavia ricompreso in una riflessione alla radice stessa del divenire del tempo, sulla durata, sulle possibilità di pensare lo spazio.
Il linguaggio (immagini, parole, gesti) è dunque per Baruchello continua ricerca di una articolazione tra mente e corpo, tra pensare e sentire. Il 13 maggio Gianfranco Baruchello interverrà alla tavola rotonda organizzata all'interno del Festival di Filosofia in corso presso l'Auditorium Parco della Musica.

Per informazioni:

Tel. 06 80241281
Sito: www.auditorium.com
Home | Curriculum | Corsi | Attività | Saggi | Articoli | Testi | Interviste | Traduzioni | Contatti | Mappa Sito Torna indietro Versione stampabile Torna alla pagina principale Torna in alto
©2005- Paolo Fabbri. Tutti i diritti riservati. Web: www.paolofabbri.it · E-mail: info@paolofabbri.it Realizzazione sito: Manuel Semprini