Semiotica online

Romanzo e mercato

R

Fiera di libri e cultura indipendente Bellissima

Cooperativa Doc(k)s – Strategie di indipendenza culturale
con il patrocinio del Comune di Milano

Palazzo del Ghiaccio
Balconata
Via Piranesi 14
Milano

Sabato 19 Marzo 2016, 13:15 – 14:45

Tavola rotonda a cura di Nanni Balestrini con la partecipazione di Paolo Fabbri (semiologo), Daniele Giglioli (critico letterario), Angelo Guglielmi (critico letterario), Aldo Nove (scrittore).
Perché si sceglie oggi di scrivere, distribuire, vendere e leggere la forma-romanzo?
Nella generale ibridazione dei generi narrativi finzionali e fattuali (il «reportage universale»), il genere romanzesco persiste e dilata le sue caratteristiche tematiche e i dispositivi discorsivi; la messa in intrigo e la polifonia delle enunciazioni. Come mostra, tra l’altro, l’onniscienza elastica della storia nella sua lotta alla memoria. Tuttavia, come nel caso delle auto-finzioni – autentiche o simulate – l’invasivo romanzo incontra molti incidenti di frontiera con altri tipi di discorsi: scienze umane (anacronie e storie alternative) e naturali (esperimentazioni sul vivente); nuovi generi mediatici, (docu-drama, serials, ecc.) e la pervasività dell’immagine (fotografia, graphic novel, ecc.).
Quali sono oggi e saranno domani i nuovi segni del romanzesco?

Print Friendly, PDF & Email

Aggiungi commento

Semiotica online
Paolo Fabbri

Paolo Fabbri è un semiologo italiano i cui studi spaziano in vari ambiti legati al linguaggio, alla comunicazione, ai segni, alle arti.

Attualmente, dirige il CiSS (Centro Internazionale di Scienze Semiotiche) dell'Università di Urbino e insegna Semiotica dell'Arte al Master of Arts presso la LUISS (Libera Università Internazionale di Studi Sociali) di Roma.

Currriculum - Contatti