Paolo Fabbri semiotica online
Home page
Curriculum
Corsi
Attività
Saggi
Articoli
Testi e Collezioni
Interviste e Stampa
Traduzioni e Commenti
Contatti
Mappa del Sito
Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS Level 2
Joseph Kosuth invita Paolo Fabbri (2000)

Arte al centro 2000
A casa di...

Cittadellarte - Fondazione Pistoletto
Via Serralunga 27 - Biella
8 luglio - 31 ottobre 2000

Joseph Kosuth

Modi di mostrare, di vivere e convivere. Nell'ambito della rassegna "Arte al centro 2000", per la mostra "A casa di...", ideata e curata da Giacinto di Pietrantonio, dodici artisti di provenienza internazionale sono stati invitati a progettare ciascuno un proprio spazio nel quale invitare ad esporre e intervenire altre persone, non solo artisti visivi, ma a seconda delle sensibilità degli artisti partecipanti: filosofi, architetti, designer, musicisti, eccetera.
L'intento è quello di presentare una mostra che sia più vicina alla realtà della vita degli artisti stessi. Così gli artisti invitano a casa loro, nel loro spazio, nella casa dell'arte, i loro vicini, intesi in senso culturale, oltre che umano.
Questo processo mette al centro un altro fattore della quotidianità che non è fatta solo di cose, ma anche e soprattutto di relazioni tra noi e gli altri. In tal modo si mette al centro dell'arte quello che è uno dei fuochi dell'attualità e di sempre, il desiderio dell'accoglienza e della convivenza con la diversità.
Il progetto dello spazio è realizzato da ciascun artista in accordo con il suo ospite, così come tutto ciò che è presente o avviene all'interno: quali ad esempio opere, libri, riviste, oggetti, suoni, performance.

Per informazioni:
Tel. +39 015 28400
Web: www.cittadellarte.it
Email: ufficiostampa@cittadellarte.it
Home | Curriculum | Corsi | Attività | Saggi | Articoli | Testi | Interviste | Traduzioni | Contatti | Mappa Sito Torna indietro Versione stampabile Torna alla pagina principale Torna in alto
©2005- Paolo Fabbri. Tutti i diritti riservati. Web: www.paolofabbri.it · E-mail: info@paolofabbri.it Realizzazione sito: Manuel Semprini