Semiotica online

SezioneSaggi

Punti di vista e identità artistiche

P

Introduzione a Luis Jorge Prieto, Il mito dell’originale. L’originale come oggetto d’arte e come oggetto di collezione, Documenti di lavoro del Centro Internazionale di Scienze Semiotiche dell’Università degli Studi di Urbino, nuova serie, n. 6, Aracne, Roma, 2015.   A Luis Prieto, che ci segue come guida * Per uno strabismo della memoria, la semiotica contemporanea...

Est iniuria in verbis

E

Da: Il Verri, Edizioni del Verri, Milano, n. 35, 2014.   «Tutti ci sentiamo offesi, irritati da alcunché… Allora la polemica aperta, la diatriba, il grido, l’ingiuria sono preferibili ai termini pseudo-narrativi di una supposta obbiettività… Sbaglierò…» (C. E. Gadda, Sul neorealismo, 1950) 1. Elementi di Malalingua «Prima che chiudessi gli occhi mi hai detto pirla» (E...

“Kamikaze”, ovvero la Necroscopia

&

Da: Gnosis. Rivista italiana di intelligence, Dat Donat Dicat, Roma, n. 4, 2014. 1. Che dir non si voglia Era utopia dello “stupido” XIX secolo “seppellire il cadavere della guerra” (Auguste Comte). Il nostro Millennio, che si pretende artificialmente intelligente, continua invece ad intimare “Fiat mors!”. Come si legge nella dichiarazione di guerra del fu...

Grafologia. Una protosemiotica

G

Da: Il Verri, scrittura per immagini, Edizioni del Verri, Milano, n. 53, ottobre 2013. Studiare la scrittura da un punto di vista semiotico, in Occidente, è porsi il problema della sua significazione come trascrizione fonetica, secondo criteri situazionali e relazionali. Naturalmente, alla domanda “quando è scrittura” – sulla scia del “quando è arte” di Nelson...

Ulisse è Bond

U

Da: Alfabeta2, n. 26, febbraio 2013.   “I am become a name” (A. Tennyson, Ulysses) 1. Il dizionario della storia è ricco in semiofori, attrattori di senso. Uno di questi abita da mezzo secolo una nicchia dell’immaginario collettivo: si presenta con volti diversi e il ritornello dello stesso nome: “Bond, James Bond“. Fin dalla prima apparizione, letteraria...

Semiotica online
Paolo Fabbri

Paolo Fabbri è un semiologo italiano i cui studi spaziano in vari ambiti legati al linguaggio, alla comunicazione, ai segni, alle arti.

Attualmente, dirige il CiSS (Centro Internazionale di Scienze Semiotiche) dell'Università di Urbino e insegna Semiotica dell'Arte al Master of Arts presso la LUISS (Libera Università Internazionale di Studi Sociali) di Roma.

Currriculum - Contatti